‹ torna al blog

articolo del 22/08/2016
Tuina, ovvero il massaggio cinese - in Cina

Tante volte osservando alcune vetrine colorate ci si è imbattuti nella parola TUINA o ANMA, o Massaggio Cinese. Mantenendo il beneficio del dubbio e lasciando agli impavidi "curiosi" la verifica se in quei posti venga veramente praticato il TUINA... spieghiamo cos'è veramente il Tuina e come viene considerato nel suo paese di origine. Poi dopo la teoria non vi resta che provarlo con i nostri professionisti!!


Il massaggio cinese, che noi in occidente conosciamo con il termine di Tuina, è uno dei pilastri fondamentali delle pratiche mediche insieme alla dietetica e all'erboristeria (in assoluto le più importanti), all'agopuntura, alla moxibustione e al qigong. La medicina cinese ha una storia millenaria e si basa su conoscenze e studi empirici che hanno permesso di costruire un codice completo e riconosciuto anche dalla medicina "occidentale". Infatti l'agopuntura è entrata di diritto nell'elenco delle pratiche sanitarie esercitate anche negli ospedali e negli ambulatori nostrani. 
Tante volte però sembra che l'agopuntura in occidente sia praticata in maniera "parziale" ovvero si cerca di abbinare una diagnosi secondo la medicina allopatica (occidentale) utilizzando poi la terapia con i punti di agopuntura, quindi dell'agopuntura si è acquisita solo questa parte. Naturalmente ci sono numerosi medici agopuntori che hanno deciso di utilizzare in toto le potenzialità e gli strumenti della medicina cinese, dalla diagnosi alla terapia, senza lasciarsi influenzare dalla nomenclatura e dalla clinica studiata all'università. In Cina, prima che arrivasse la "nostra medicina", così ben organizzata e standardizzata, esistevano solo questi strumenti per conservare la salute (perchè questo è il fine principale di questa medicina) e per riequilibrarla. Si può anzi dire che tuina, agopuntura e moxibustione siano 3 tecniche da utilizzare alternativamente in base alle necessità, per cui si deve pensare ad un unico sistema di pratiche corporee che un operatore / medico cinese poteva utilizzare sul paziente. Questo perchè ogni tecnica ha una sua abilità, una sua direzione nell'azione che produce: come una cucina che non è completa se non c'è il lavandino, il fornello del gas ed il frigorifero, così il medico cinese che praticava solo l'agopuntura senza conoscere le altre tecniche non poteva dirsi "completo". In Cina quindi un paziente si rivolge ad un medico ma senza sapere se gli applicherà la moxa, un ago o gli farà un massaggio. La questione quindi è  capire che tanto quanto l'agopuntura, in Cina anche il tuina e la moxa sono tecniche utilizzate per risolvere problemi di salute, che vadano da un disturbo muscolo scheletrico, ad un disturbo digestivo, o qualsiasi altro disturbo previsto anche dalla clinica della medicina occidentale (ad esclusione dalla chirurgia naturalmente).

Il medico cinese non fa una diagnosi parlando di organi che non funzionano fisiologicamente bene, non annuncia che il fegato è ingrossato o il cuore soffre di extrasistole o altro. Il medico cinese parla di logge energetiche cui sono associati gli organi, parlerà di disturbi con termini incomprensibili. Ma non c'è nulla di folkloristico in tutto ciò, bensì c'è una scienza che ha dalla sua un'esperienza millenaria e un'efficacia comprovata nei secoli (e confermata dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, per chi fosse ancora scettico). Il metodo di cura è diverso dalla - per noi - consueta assunzione di medicine, ma di cura sempre si parla. Che sia Agopuntura, che sia moxa o massaggio, in Cina, le persone vengono assistite e guarite con questi strumenti. Quindi ridurre il massaggio ad una semplice pratica di rilassamento, massaggio decontratturante per i muscoli o altro, in Cina, sarebbe molto offensivo e riduttivo per l'operatore / medico cinese.
La domanda che ci si pone a questo punto è: ma i cinesi, fisicamente e fisiologicamente, sono fatti in maniera diversa dagli occidentali oppure possiamo avvicinarci al tuina e alla moxibustione con un'intenzione e un'aspettativa diversa? Le leggi inventate dall'uomo impongono tutta una serie di limitazioni all'azione dei professionisti, se operano in Cina o in Italia, ma le leggi della natura regolano nello stesso modo le funzioni vitali di ogni essere umano, che sia nato in Cina o in Italia...
 
 
Amedeo Zoggia 
‹ torna al blog

articolo del 22/08/2016
Tuina, ovvero il massaggio cinese - in Cina



Tante volte osservando alcune vetrine colorate ci si è imbattuti nella parola TUINA o ANMA, o Massaggio Cinese. Mantenendo il beneficio del dubbio e lasciando agli impavidi "curiosi" la verifica se in quei posti venga veramente praticato il TUINA... spieghiamo cos'è veramente il Tuina e come viene considerato nel suo paese di origine. Poi dopo la teoria non vi resta che provarlo con i nostri professionisti!!


Il massaggio cinese, che noi in occidente conosciamo con il termine di Tuina, è uno dei pilastri fondamentali delle pratiche mediche insieme alla dietetica e all'erboristeria (in assoluto le più importanti), all'agopuntura, alla moxibustione e al qigong. La medicina cinese ha una storia millenaria e si basa su conoscenze e studi empirici che hanno permesso di costruire un codice completo e riconosciuto anche dalla medicina "occidentale". Infatti l'agopuntura è entrata di diritto nell'elenco delle pratiche sanitarie esercitate anche negli ospedali e negli ambulatori nostrani. 
Tante volte però sembra che l'agopuntura in occidente sia praticata in maniera "parziale" ovvero si cerca di abbinare una diagnosi secondo la medicina allopatica (occidentale) utilizzando poi la terapia con i punti di agopuntura, quindi dell'agopuntura si è acquisita solo questa parte. Naturalmente ci sono numerosi medici agopuntori che hanno deciso di utilizzare in toto le potenzialità e gli strumenti della medicina cinese, dalla diagnosi alla terapia, senza lasciarsi influenzare dalla nomenclatura e dalla clinica studiata all'università. In Cina, prima che arrivasse la "nostra medicina", così ben organizzata e standardizzata, esistevano solo questi strumenti per conservare la salute (perchè questo è il fine principale di questa medicina) e per riequilibrarla. Si può anzi dire che tuina, agopuntura e moxibustione siano 3 tecniche da utilizzare alternativamente in base alle necessità, per cui si deve pensare ad un unico sistema di pratiche corporee che un operatore / medico cinese poteva utilizzare sul paziente. Questo perchè ogni tecnica ha una sua abilità, una sua direzione nell'azione che produce: come una cucina che non è completa se non c'è il lavandino, il fornello del gas ed il frigorifero, così il medico cinese che praticava solo l'agopuntura senza conoscere le altre tecniche non poteva dirsi "completo". In Cina quindi un paziente si rivolge ad un medico ma senza sapere se gli applicherà la moxa, un ago o gli farà un massaggio. La questione quindi è  capire che tanto quanto l'agopuntura, in Cina anche il tuina e la moxa sono tecniche utilizzate per risolvere problemi di salute, che vadano da un disturbo muscolo scheletrico, ad un disturbo digestivo, o qualsiasi altro disturbo previsto anche dalla clinica della medicina occidentale (ad esclusione dalla chirurgia naturalmente).

Il medico cinese non fa una diagnosi parlando di organi che non funzionano fisiologicamente bene, non annuncia che il fegato è ingrossato o il cuore soffre di extrasistole o altro. Il medico cinese parla di logge energetiche cui sono associati gli organi, parlerà di disturbi con termini incomprensibili. Ma non c'è nulla di folkloristico in tutto ciò, bensì c'è una scienza che ha dalla sua un'esperienza millenaria e un'efficacia comprovata nei secoli (e confermata dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, per chi fosse ancora scettico). Il metodo di cura è diverso dalla - per noi - consueta assunzione di medicine, ma di cura sempre si parla. Che sia Agopuntura, che sia moxa o massaggio, in Cina, le persone vengono assistite e guarite con questi strumenti. Quindi ridurre il massaggio ad una semplice pratica di rilassamento, massaggio decontratturante per i muscoli o altro, in Cina, sarebbe molto offensivo e riduttivo per l'operatore / medico cinese.
La domanda che ci si pone a questo punto è: ma i cinesi, fisicamente e fisiologicamente, sono fatti in maniera diversa dagli occidentali oppure possiamo avvicinarci al tuina e alla moxibustione con un'intenzione e un'aspettativa diversa? Le leggi inventate dall'uomo impongono tutta una serie di limitazioni all'azione dei professionisti, se operano in Cina o in Italia, ma le leggi della natura regolano nello stesso modo le funzioni vitali di ogni essere umano, che sia nato in Cina o in Italia...
 
 
Amedeo Zoggia